Marchio FSC: che cosa significa

Qui da myfolia siamo fieri di potervi offrire prodotti realizzati in legno del tutto naturale. Uno dei nostri obiettivi principali è quello di creare prodotti di alta qualità, ma sempre nel rispetto dell’ambiente e delle risorse naturali. Tuttavia, la scelta di ricorrere a materie naturali quali il legno per la realizzazione dei nostri articoli perderebbe valore e senso qualora questo utilizzo andasse a nuocere l’ambiente che ci circonda e che diciamo di voler rispettare. Il rispetto per la natura, quindi, parte da un’acquisto attento e consapevole della materia prima. Ci avvaliamo di legno proveniente da foreste marchiate FSC e riteniamo fondamentale esplicitare le garanzie date da questo marchio a tutti coloro che sono interessati al nostro operato.


Riportiamo quindi alcune delle informazioni principali riguardanti il marchio FSC Italia.
Tutto ciò che segue è stato tratto direttamente dal loro sito ufficiale:

Il marchio FSC
Il marchio FSC® identifica i prodotti contenenti legno proveniente da foreste gestite in maniera corretta e responsabile secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici. La foresta di origine è stata controllata e valutata in maniera indipendente in conformità a questi standard (principi e criteri di buona gestione forestale), stabiliti ed approvati dal Forest Stewardship Council® a.c. tramite la partecipazione e il consenso delle parti interessate.

FSC in Italia
FSC Italia nasce nel 2001 come associazione no-profit, in armonia con gli obiettivi di FSC Internazionale. Anche in Italia il marchio FSC ha assunto un ruolo di primo piano nel mercato dei prodotti forestali quali legno, carta e prodotti non legnosi (come ad esempio il sughero), collocando il nostro paese al quinto posto nella classifica internazionale di certificazioni FSC della Catena di Custodia. FSC si propone come punto di riferimento nella legalità e sostenibilità della filiera legno-carta, in accordo con i più attuali standard di gestione responsabile della risorsa forestale.

Ecco perchè FSC è la certificazione più accreditata al mondo:
CREDIBILITÀ FSC è un’organizzazione indipendente guidata dai propri membri, organizzata in tre camere (sociale, ambientale ed economica) che hanno eguale potere decisionale. Sono i membri stessi ad eleggere il Consiglio di Amministrazione e a prendere le decisioni di maggior peso. Chiunque con una forte passione per la gestione forestale sostenibile può diventare membro di FSC: questo approccio trasparente ed equilibrato è un carattere distintivo di FSC e assicura che la molteplicità delle visioni e degli interessi siano rappresentati durante i processi decisionali.

PROTEZIONE DELL’AMBIENTE Gli standard di gestione forestale di FSC comprendono la protezione della qualità dell’acqua, vietano il taglio di foreste antiche, prevengono la perdita della naturale copertura forestale e proibiscono l’uso di prodotti chimici altamente tossici – tutti aspetti che riguardano il sistema di gestione di una foresta. Ad esempio, FSC vieta l’uso di atrazina – che è legale negli Stati Uniti ma non Europa – dal momento che, come è stato dimostrato, causa inquinamento dell’acqua e malformazione dei feti. Altri schemi di certificazione, al contrario, permettono l’uso di questo prodotto chimico, anche tramite irrorazione aerea.

ACCESSO AI MERCATI molte delle maggiori aziende a livello mondiale hanno disposizioni che privilegiano l’uso di prodotti certificati FSC. Gli standard sul green building, come il programma LEED dello US Green Building Council, prevedono incentivi per l’uso di materiali da costruzione certificati FSC, ed è sempre maggiore il numero di consumatori, governi ed amministrazioni pubbliche che richiede prodotti a marchio FSC. Le aziende che producono prodotti certificati hanno quindi accesso a questi mercati ed a molti altri.

COINVOLGIMENTO DELLE COMUNITÀ FSC impone ai gestori delle foreste, su aree pubbliche come su quelle private, di coinvolgere nei processi decisionali i membri delle comunità locali e di proteggere i diritti delle popolazioni indigene, assicurando così che le loro voci siano parte integrante del processo di certificazione e che l’impatto delle operazioni di gestione sia superato. FSC richiede inoltre che il risultato degli audit di certificazione sia reso pubblico, anche se si tratta di proprietà private: questo è un carattere distintivo rispetto agli altri tipi di certificazione.


In sintesi: i 10 Principi internazionali di buona gestione forestale secondo FSC
– Rispetto delle norme locali e nazionali e dei regolamenti internazionali
– Proprietà e diritti d’uso della terra
– Diritti delle popolazioni indigene
– Relazioni con la comunità locale e diritti dei lavoratori
– Multifunzionalità e benefici derivanti dalle foreste
– Impatti ambientali
– Piano di gestione
– Monitoraggio e valutazione
– Mantenimento delle foreste di grande valore ambientale
– Piantagioni forestali
marchio FSC: cosa significa

https://it.fsc.org/image.589.auto-auto-1000-99.0.0.0.jpg

Lascia un Commento