Fun Facts sugli alberi e sul legno

1. Il legno è formato da una combinazioni di cellule vive, morenti e morte.
2. L’albero più basso al mondo è il salice nano, il quale cresce nelle regioni della tundra nordica e artica.
3. Gli alberi più alti possono raggiungere i 100m di altezza: Sequoia Gigante della Costa, Sequoia Gigante, Abete di Sitka e Frassino Australiano di montagna.
4. Gli alberi non muoiono mai di vecchiaia. Insetti, malattie e gli esseri umani sono normalmente le maggiori cause di morte.
5. La Terra ospita più di 23.000 diversi tipi di alberi.
6. I termini legno tenero e legno duro descrivono le foglie, i semi e la struttura degli alberi non il tipo di legno che essi producono.
7. Gli alberi di città mediamente tendono a vivere 13 anni in meno rispetto a quelli che si trovano in campagna.
8. Il platano, albero molto comune a Londra, assorbe in maniera eccellente l’inquinamento.
9. Un solo albero può assorbire 21 kg di biossido di carbonio all’anno ed è in grado di sequestrare fino ad una tonnellata di CO2 entro il suo 40esimo anno di vita: per questo motivo hanno un ruolo fondamentale nella battaglia contro i cambiamenti climatici.
10. Il legno più pesante al mondo è il Bauhinia australiano rosso.
11. I cosiddetti legni teneri non sono sempre effettivamente più teneri di quelli duri.
12. Qualsiasi tipo di legno è biodegradabile.
13. I legni teneri derivano da piante Gimnosperme (sempreverdi), mentre i legni duri da piante Angiosperme (spiecie decidue).
14. Da bagnato il legno, diversamente da quando è asciutto, può condurre elettricità.
15. Il legno più scuro al mondo è l’ebano, mentre quello più chiaro è l’agrifoglio.
16. La lignina è ciò che rende duro il legno. I legni teneri ne hanno di meno, mentre quelli duri di più.
17. I legni teneri di solito sono più chiari di quelli duri.
18. Finché le foreste vengono gestite in maniera corretta, il legno è un combustibile rinnovabile. Grazie ad apparecchi moderni è possibile ottenere un’efficienza di combustione pari al 90% ed un’emissione netta di carbonio che tende ad essere inferiore rispetto a quella prodotta da combustibili fossili.
19. Gli alberi ottengono il 90% del loro nutrimento dall’atmosfera e solo il 10% dal terreno.
20. Gli alberi crescono dall’alto, non dal basso. Se osservassimo un albero per 100 ci accorgeremmo che i rami avanzano verticalmente lungo il tronco di pochi centimetri.
21. Gli insetti odiano il sapore di tannino, la sostanza chimica che gli alberi hanno in diverse quantità.
22. Alcuni alberi “comunicano” tra di loro: quando i salici sono minacciati da parassiti trasmettono un messaggio a livello chimico per avvisare agli alberi a loro vicini, i quali inizieranno a secernere più tannino al fine di allontanare i parassiti.
23. Gli alberi portano la pioggia. Ogni giorno un solo acro di aceri emette una quantità pari a 75.700 litri di acqua nell’aria.
24. Alcuni legni di ferro sono così spessi (con una gravità specifica pari a più di 1) che affondano nell’acqua.
25. Ci sono due tipi di albero di cui è impossibile determinare l’età mediante il conteggio degli anelli del tronco. Gli alberi producono quest’ultimi a causa dei cambi di temperatura che avvengono durante l’anno, i quali rallentano o velocizzazione il processo di crescita dell’albero. Gli alberi che si trovano in alcune zone tropicali e che quindi hanno una crescita annuale costante non formano quindi anelli di crescita. Anche gli alberi che sono endogeni, che ovvero crescono aggiungendo materiale verso l’interno, non producono anelli.
26. Gli aberi maturi sono 70 volte più efficaci nella rimozione di inquinamento rispetto agli alberi giovani.
27. L’albero più raro al mondo è il Pennantia Baylisiana. Ne esiste un solo esemplare su una delle Three Kings Islands vicino alla Nuova Zelanda.
28. Il ciliegio, il pero ed il noce utilizzati nella produzione di pavimenti sono ricavati in genere da piante selvatiche che non producono frutta o ne producono in quantità molto ridotte. Si dice, infatti, che gli alberi da frutta o producono frutta buona o un ottimo legno, quasi mai le due cose insieme.
29. La tonalità di colore del legno è legata, oltre che alle caratteristiche intrinseche della specie anche alla zona di crescita della pianta: nelle zone temperate troviamo specie legnose di tonalità chiare o bianche,nelle zone equatoriali, invece, abbiamo legni di tonalità più scure, a volte nere.
30. Mastro Geppetto chiamò la sua creatura (il burattino più famoso del mondo) Pinocchio, proprio perché l’aveva costruito con un ciocco di pino domestico, il pinus pinea, albero molto comune in Toscana.
Fonti:
http://carbonedesign.blogspot.it/2011/06/curiosita-sul-legno.html
https://www.wood-finishes-direct.com/blog/weird-wonderful-facts-about-wood/

Lascia un Commento